Consigli per la cura delle corone d'Avvento e delle candele

Cosa si può fare per mantenere una corona d'Avvento bella per tutto dicembre? E come si comprano e si trattano le candele? Ecco le nostre risposte.
Corone d'Avvento - consigli per una buona conservazione
La durata delle corone e delle composizioni dell'Avvento dipende in gran parte dal tipo di sempreverde scelto.

  • Si conservano particolarmente bene i rami di Taxus, Chamaecyparis, cipresso, abete nobile, pino e bosso. Dal punto di vista cromatico sono particolarmente decorativi il pino mugo mugo di un bel verde scuro, la Cupressus arizonica dai riflessi bluastri e la Chamaecyparis 'Plumosa Aurea' di un luminoso giallo.
  • È consigliabile acquistare corone o composizioni i cui rami siano inseriti su un supporto di spugna sintetica imbevuta d'acqua. Se si provvederà a innaffiarla con la dovuta cautela da una a due volte alla settimana, la decorazione sopravvivrà tutto il mese di dicembre.
  • Attenzione: per ragioni di sicurezza, le candele consumate dovrebbero essere sostituite per tempo.
  • È inoltre opportuno collocare corone e composizioni su un piatto di vetro, di metallo o di ceramica. Oltre a essere estetico, questo accorgimento protegge i mobili e costituisce anche una buona misura antincendio.
Le corone d'Avvento sono disponibili da Fleurop e dai suoi negozi partner da circa metà novembre fino a Natale.
Candele - scegliere bene
Quando si tratta di candele, la qualità è essenziale. Ecco i nostri consigli:

  • I fioristi Fleurop optano per candele di buona qualità, per lo più di produzione svizzera. Generalmente sono un po' più care, ma in compenso si consumano più lentamente e uniformemente, non sgocciolano e non fanno fumo. Tra le candele svizzere sono rinomate p. e. quelle delle ditte Schulthess o Weizenkorn.
  • La differenza tra queste candele e i prodotti di altri paesi sta nella qualità della materia prima. Le ditte svizzere acquistano paraffina di prima categoria, integralmente raffinata e con un contenuto minimo di olio. Cercano inoltre fornitori affidabili con i quali collaborano per decenni, con il vantaggio di un conseguente, proficuo rapporto di fiducia tra fornitore di paraffina e produttore di candele.
  • La differenza sta però anche nella scelta dello stoppino adeguato in rapporto alla paraffina.
Anche le candele di qualità richiedono però un trattamento corretto. Leggete i nostri suggerimenti in merito.
Candele - come averne cura
Le candele sono apprezzate perché sono atmosferiche, contemplative, romantiche, di classe e semplicemente belle. Ecco alcuni consigli:

  • Concedetevi candele di buona qualità (vedi i nostri consigli «per scegliere bene»).
  • Collocate sempre le candele su un supporto orizzontale di materiale non infiammabile, che possa raccogliere la cera che cola. È un'adeguata misura antincendio ed è decorativo. In alternativa si può naturalmente inserire la candela in una lanterna o in un vaso di vetro. Se si ha l'accortezza di spargere sul fondo un po' di sabbia del tipo che si usa nelle gabbie degli uccellini, si ha inoltre il vantaggio che la cera colata viene assorbita dalla sabbia, rendendo più semplice la pulizia del vaso.
  • Accorciate lo stoppino di una candela nuova in base alle indicazioni del fabbricante. Anche in seguito, accorciatelo mantenendolo alla lunghezza indicata.
  • Sapete certamente che le candele non vanno collocate vicino ad oggetti o sostanze infiammabili.
  • Ogni volta che accendete una candela, lasciate che si consumi fino a quando si liquefa anche la cera ai bordi. Altrimenti si forma un cratere. Se si forma un bordo, asportatelo con il coltello fintanto che la cera è morbida.
  • Le candele accese sono delicate e vanno protette dalle correnti d'aria.
  • Per spegnere la candela, immergete brevemente lo stoppino nella cera risollevandolo immediatamente con la dovuta accortezza. Oltre ad evitare così la spiacevole formazione di fumo, lo stoppino non si rinsecchirà, risulterà meno sfaldabile e potrà essere riacceso più facilmente.
  • Corpi estranei quali residui di stoppino, fiammiferi ecc. dovrebbero sempre essere eliminati.
  • Mantenete una distanza sufficiente fra le candele sistemate l'una accanto all'altra.
  • Le candele conservate in un luogo fresco, asciutto e buio rimangono belle più a lungo.
Tra l'altro: le candele incurvate possono essere raddrizzate immergendole in acqua tiepida fino a quando la cera risulta cedevole. Raddrizzatele con cautela e immergetele subito in acqua fredda.

Altri consigli importanti

Consigli per la cura di fiori, mazzi e composizioni Qui troverete le regole più importanti: le «Regole d'Oro», che è meglio imparare a memoria - ma poi anche consigli speciali per fiori recisi, bouquet e composizioni floreali.  Consigli generali sulle piante d'appartamento A casa o in ufficio: le piante d'appartamento sono popolari da anni. Qui troverete le risposte alle domande su come sceglierle, annaffiarle e concimarle - anche le piante per maschi. Consigli per la cura dei fiori recisi speciali  Alcuni fiori recisi sono difficili da curare. È meglio sapere come gestirli. Ecco i consigli più importanti. Consigli per la cura delle piante per balcone & terrazza Qui troverete consigli per la cura di piante particolarmente attraenti, che cambiamo di volta in volta a seconda delle tendenze e dell'offerta. Consigli per la cura delle piante di orchidee Le orchidee sono esclusive ed esotiche. Come piante facili da curare sono un regalo elegante e durano per molti mesi con un po' di know-how.  Consigli per la cura delle corone d'Avvento e delle candele Cosa si può fare per mantenere una corona d'Avvento bella per tutto dicembre? E come si comprano e si trattano le candele? Ecco le nostre risposte. Consigli per la cura dei fiori di Natale Quando si tratta di spirito natalizio, stelle di Natale, amarillidi e rose di Natale sono un must nei bouquet e nelle composizioni. Ecco i nostri consigli.  Consigli per la cura delle piante di Natale Voglia di un bell'alberello di Natale in vaso, stelle di Natale, amarillidi e rose di Natale? Qui troverete i consigli di cura appropriati.