Settembre / ottobre

Che si tratti della Giornata del ringraziamento, della Giornata mondiale del sorriso o di Halloween, i fiori sono in primo piano quando si tratta di rendere felice gli altri.
Giornata del ringraziamento: ultimo giovedì di settembre
L'ultimo giovedì di settembre si svolge in Svizzera la «Giornata del ringraziamento». Qui il nome già dice tutto. Da un lato, si tratta di essere grati per tutto quello che si ha. D'altra parte, naturalmente, è bello anche ringraziare gli altri:

ad esempio la nonna, che forse si prende cura dei nostri figli, o la nostra migliore amica per la sua solidarietà. Ma sicuramente ci sono molte persone che ci vengono in mente e che contribuiscono al nostro benessere con dei piccoli o grandi aiuti. Ringraziateli, magari anche con i fiori. Questa sorpresa farà sicuramente piacere.
Giornata mondiale del sorriso: primo venerdì di ottobre
Sapevate che l'inventore del primo smiley è stato il grafico americano Harvey Ball? Ha progettato il volto sorridente per motivare i dipendenti di una compagnia assicurativa. Sostanzialmente più tardi, ha fondato la World Smile Corporation, i cui prodotti smiley venduti vanno a beneficio delle associazioni di beneficenza per l'infanzia in tutto il mondo.

Questo lo ha portato alla fine a creare una Giornata mondiale del sorriso, che dal 1999 invita tutti a far sorridere almeno una persona attraverso la gentilezza. Un piccolo consiglio? Un saluto floreale spontaneo fa sorridere anche il più grande brontolone, garantito!
Festa dei Nonni: 10 ottobre (data fissa)
Che sia la nonna o il nonno: i nonni sono più importanti che mai. Per i nipoti, perché sono sempre lì per loro, si prendono cura e giocano con loro. Per i genitori che lavorano, perché tolgono loro la pressione. Ci sono feste dei nonni in tutto il mondo.

Nel nostro paese si svolge il 10 ottobre ed è una buona occasione per dire grazie. Un applauso per tutti i nonni meravigliosi, disponibili e comprensivi - e un mazzo di fiori come piccolo segno di riconoscenza. Questo dimostra quanto apprezzate il loro aiuto.
Halloween: 31 ottobre (data fissa)
Uno scheletro o una strega alla vostra porta? Allora sarà Halloween, e i bambini travestiti sono a caccia di dolciumi. Halloween era una festa celtica e viene dall'Irlanda. A quel tempo si credeva che la sera prima del giorno di Ognissanti i confini con il regno dei morti si sarebbero offuscati e gli antenati sarebbero tornati per una notte.

Il «Trick or Treat» di oggi risale a un'usanza inglese e irlandese, in cui si andava da porta a porta, si cantava una canzoncina e chiedeva «dolci per l’anima» (piccoli dolci). Con ogni dolcetto regalato o ricevuto, si liberava un’anima dalle pene del purgatorio. L'usanza della zucca intagliata invece viene dall'Irlanda e risale a una leggenda sul cattivo Jack Oldfield. Negli Stati Uniti l'usanza è stata ulteriormente sviluppata. La lanterna di zucca è considerata una figura simbolica per Halloween ed è ancora oggi chiamata «Jack O'Lantern».

Altre emozionanti giornate floreali