Litigi per la canzone «Happy Birthday»

Intorno alla canzone «Happy Birthday» è scoppiata un'accesa discussione - tra due sorelle e una grande una casa discografica.
Tutti conoscono la canzone «Happy Birthday», ma pochi sanno delle dispute legali ad essa correlate. Eppure tutto iniziò nel migliore dei modi: con una canzone per bambini, inventata da una coppia di sorelle americane. La melodia venne composta nel 1883 dalla pedagoga Mildred Hill, il testo lo scrisse la sorella Patty, direttrice della scuola dell’infanzia. Allora si trattava di una canzoncina di benvenuto. Infatti il testo recitava: «Good morining to all.»
In un secondo momento si scoprì che vi erano canzoni con testi simili risalenti agli anni precedenti, come p. es. «Happy Greetings to All» oppure «A Happy New Year to You All.» Ma i bambini della scuola dell’infanzia adoravano la versione delle sorelle Hill e cantarono «Good Morning to All» cambiando spontaneamente il testo in «Happy Birthday to You» solo in occasione dei compleanni. Più tardi una casa discografica ha protetto da copyright la versione «Happy Birthday» proibendo di cantare la canzone in pubblico sia in TV, che nei film o alla radio, come pure negli edifici pubblici e in gruppi di certe dimensioni senza previo pagamento di una tassa.
Per fortuna nel 2015 un giudice si ricordò che il testo era dei bambini della scuola dell’infanzia e la melodia di Mildred Hill, abolendo il copyright. Oggi la canzone esiste in 18 lingue.

Altri argomenti interessanti sui compleanni