Molto tempo fa, il Capodanno si festeggiava in primavera

Perché gli antichi romani hanno avuto l'idea di iniziare l'anno con la primavera? E perché il primo mese di primavera si chiama «marzo»? Ecco le risposte.
Nell'antica Roma, il mondo fu creato in primavera
Non siamo gli unici ad attendere la primavera. Era già il caso ai tempi degli antichi romani. A quei tempi si dipendeva molto di più dai ritmi della natura e poiché in primavera tutto ricominciava a germogliare, si credeva che anche il mondo fosse stato creato all’inizio di primavera.

E così, nell’ideazione dell’antico calendario romano l’anno iniziava con il mese di marzo che allora si chiamava «Martius» in onore a Marte, dio della vegetazione.
La primavera e l'inizio dell'anno a volte coincidono ancora oggi
Anche in altri sistemi calendaristici l’inizio della primavera coincideva con l’inizio dell’anno, come negli antichi calendari lunisolari in Giappone o in Cina.

I due eventi combaciavano anche nel Nouruz, rispettivamente Newroz iraniano: in Persia questa giornata è stata per secoli festa di capodanno e nel contempo di primavera. In Iran e presso i curdi in Iraq la festa è attuale ancora oggi.

Altri argomenti interessanti sulla primavera