Perché Indian Summer?

Perché si dice Indian Summer? Qui troverete un'ipotesi plausibile, una bella legenda e il significato dei colori delle foglie per gli Irochesi nell'estate indiana.
Estate indiana - stagione di caccia principale e accumulo di scorte
Quando le foglie gialle, arancioni e rosso sangue si diffondono nelle foreste decidue apparentemente infinite del Nord America da settembre in poi, l'estate indiana è arrivata. Si tratta di un periodo insolitamente secco e caldo accompagnato da cieli azzurri e luminosi. Ma perché si chiama Indian Summer? Ci sono solo congetture. Per esempio, che questa era la principale stagione di caccia degli aborigeni nordamericani e l'ultima opportunità di raccogliere provviste per l'inverno.
La caccia all'orso degli Irochesi
Il popolo irochese racconta una bella storia sull'estate indiana. Secondo essa, ogni anno in autunno due cacciatori e il loro cane inseguono un grande orso. Poiché l'orso ha poteri magici, fugge verso il cielo. Ma i cacciatori e il loro cane lo seguono e lo uccidono. Il sangue dell'orso cola sulla terra e colora di rosso le foglie degli aceri. Le costellazioni di questa caccia si possono vedere ancora oggi: il Grande Carro, meglio conosciuto come l'Orsa Maggiore, e vicino a esso i due cacciatori e il loro cane, rappresentati dalle tre stelle del timone.
L'importanza dei colori delle foglie per gli Irochesi
Nella mitologia irochese, i colori dell'estate indiana hanno un significato speciale. Le foglie gialle simboleggiano i fuochi degli spiriti, mentre le foglie rosse sono intrise del sangue dell’orso, che i cacciatori celesti hanno ucciso. Tuttavia, gli indigeni si raccontavano queste storie solo in inverno. Perché l'estate era riservata al lavoro. E chi infrangeva questa legge veniva punito dagli spiriti invisibili della natura Jo-ga-oh.

Anche da noi i colori hanno il loro simbolismo.

Saluti di estate indiana nel vostro colore preferito:

Mostrare tutti

Per saperne di più sulla Indian Summer